Questa sera sono a Firenze, 2009, keith jarrett

Di Keith Jarrett già stella planetaria si ricordano a Firenze due splendidi piano solo. Il primo al Verdi nell´82, condito con uno dei suoi arcinoti siparietti di vulnerabilissimo ipersensibile in cui lasciò il palco per il funesto rumore di un bus in via Ghibellina. Il secondo al Comunale nell´89, dove i due tempi della improvvisazione-composizione istantanea che ha fatto in parte la leggenda del musicista di Allentown, Pennsylvania (1945), finirono nella gloria d´una struggente doppietta, Over The Rainbow e Ol´ Man River, col pubblico in piedi commosso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...