Dente e Lucio Battisti

“…Lucio Battisti, cui è stato paragonato, è il suo faro. All’ ingresso della sua casa di Milano ha appesa la gigantografia della copertina di «La batteria, il contrabbasso, eccetera»: «Sono un amante di Battisti», premette. Che però non era un cantautore. I testi di quell’ epoca erano di Mogol: «Quelli li trovo arretrati, indietro coi tempi. Un modo di scrivere aulico che forse era forte allora, ma che poi ha fatto danni. Ha fatto credere a tutti che una canzone debba essere come una poesia, invece è una canzone e basta”
http://archiviostorico.corriere.it/

dente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...