Raicinemachannel.it : “La Santa”

Dal 13 novembre, in anteprima assoluta sul canale Web Movies di Raicinemachannel.it : “La Santa”.

“La Santa” è un miracolo, come dice Carlo Brancaleoni di Rai Cinema.
Costato appena 180mila euro, il film di Cosimo Alemà, al Festival di Roma fuori concorso, è un convincente noir all’italiana: fa parte del ciclo di nove film realizzati per il web e sarà trasmesso in anteprima assoluta, unicamente sul canale Web Movies di www.raicinemachannel.it dal 13 novembre.

Il film, muovendosi tra gangster story e western, racconta il disperato tentativo di quattro balordi male assortiti di rubare la preziosa statua di Santa Vittoria, patrona di Nebula, un paesino del Leccese sperduto nella campagna riarsa tra uliveti e cave di pietra. Sembra un colpo facile facile, ma Dante, Gianni, Agostino e Diego si troveranno alle calcagna un’intera comunità superstiziosa e violenta, pronta a farsi giustizia da sola e dove anche le donne sono capaci di uccidere a randellate. Per il 43enne regista , già autore di “At the end of the day”, film apprezzato all’estero, “La Santa” sfugge a ogni definizione di genere, perché è un melting-pot di ingredienti diversi. C’è l’immaginario western con tanto di ghost town, alcune sequenze d’azione pura, un linguaggio cinematografico da film indipendente, un certo realismo nelle ambientazioni, una seconda parte addirittura psichedelica”. 
In più “l’ambientazione invernale salentina regala alle immagini un sapore polveroso tipicamente meridionale e visivamente prevale la presenza massiccia della materia rocciosa dei muri scrostati e levigati dal tempo che rendono il luogo dove è ambientata la storia tanto affascinante quanto ostile. Rabbia, tenerezza, fragilità, morte: sono le prime quattro parole che mi vengono in mente per descrivere le vicende che i quattro protagonisti sono costretti a vivere quando devono scontrarsi con una comunità religiosa che reagisce al loro gesto in maniera totalmente imprevedibile”. Così il Sud in questa vicenda dove la speranza non è di casa, diventa metafora nello script di Riccardo Brun. “Come nel mio film precedente – spiega ancora Alemà –parlo del rapporto tra l’uomo e un contesto estraneo, la natura o una piccola comunità ottusa. L’aspetto anticlericale è enfatizzato dalla locandina con l’immagine della Santa che imbraccia una doppietta”. La colonna sonora, con brani di: Ninos du Brasil, Gianna Nannini, Der Noir e Andrea Farri è uno dei punti di forza della pellicola: non a caso Alemà con la sua casa di produzione The Mob è specializzato in videoclip, ne ha realizzati più di 400. Da segnalare il cast eccellente: Massimiliano Gallo, Francesco Siciliano, Gianluca Di Gennaro, Michael Schermi, Marianna Di Martino, Lidia Vitale, Renato Marchetti. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...