Sciopero del 9/12: lettera aperta all’italiano medio

Tagli

Caro italiano medio, parliamoci un attimo. Nel 2004 io avevo 16 anni, e leggevo La Stampa, e occasionalmente La Repubblica (il Fatto Quotidiano non c’era ancora); tu guardavi il Grande Fratello. Io parlavo dei problemi del conflitto di interessi, tu parlavi di calcio e gnocca.

Tra la fine del 2005 e l’inizio del 2006, io denunciavo il fatto che la Legge ex-Cirielli era una porcata, che avrebbe significato impunità per migliaia di evasori fiscali, corrotti e corruttori, a danno dello Stato. E tu? “Minchia oh, Calciopoli, Moggi, juve ladra“.

Nel 2006 io dicevo che votare era importante, perché non erano tutti uguali. Tu dicevi “ma sì, tanto è tutto un magna magna“. Ci sono stati i mondiali di calcio, e abbiamo gioito assieme, perché non è che mi piaccia solo fare il menagramo, ma il disastro era dietro l’angolo.

Nel 2008 Berlusconi ha vinto le elezioni…

View original post 828 altre parole

Annunci

2 pensieri riguardo “Sciopero del 9/12: lettera aperta all’italiano medio

  1. La pubblicazione di simili deprecabili post rafforza la vocazione elitaria, snob e sottilmente antidemocratica di questo blog.
    Che poi è tutto da vedere se sono peggio per il paese quelli che guardano il Grande Fratello o quelli che hanno votato Ingroia, pure dopo averci pensato a lungo….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...