Cello Suites BWV 1007-1012 – Johann Sebastian Bach – Recensione di chiccotana

via Cello Suites BWV 1007-1012 – Johann Sebastian Bach – Recensione di chiccotana.

Nel famoso romanzo che elaborò autonomamente, ma in tandem con Stanley Kubrick, Arthur Clarke scrive che Dave Bowman – rimasto solo nell’immensa ‘Discovery’ dopo la morte dei suoi compagni e la necessaria disattivazione di HAL 9000 – ebbe comprensibilmente un periodo di inquietudine e paura, che dopo molti tentativi superò solamente ‘trovando conforto nelle geometrie astratte di Bach, come altri prima di lui’.

Ho affrontato il mistero di Johann Sebastian Bach in molti modi, e per molti anni. L’ho ascoltato continuativamente per tutta la mia vita, l’ho suonato, l’ho sentito suonare molto e molto meglio di me. L’ho studiato: ho studiato le sue composizioni, ho studiato la sua vita, ho cercato un particolare pathos nelle sue vicende, nel suo volto, nelle circostanze delle sue creazioni. L’ho frequentato fin da ragazzo, e soprattutto l’ho sempre amato senza limiti e senza bisogno di giustificazioni, ma avrei sempre voluto capire come e perché. Perché la sua musica è assoluta? Come fa a comporre in quel modo? Perché il suo messaggio è eterno ed universale, più di quanto non accada con qualsiasi altro compositore, legato comunque ad un periodo, ad un movimento artistico, ad una particolare sensibilità ed espressione?

Alla fine, credo che Clarke abbia ragione. Bach è eterno perché è assoluto, è l’incanto del sublime rapporto tra le note, è assolutamente astratto e non descrive mai, non suggerisce alcunché. Laddove altri – grandissimi! – sono comunque l’Eroica, l’Incompiuta, la Notte sul Monte Calvo, Alexandr Nevskij, l’Inno alla Gioia, il destino che bussa e tutto il repertorio delle passioni e della vita dell’uomo, Johann Sebastian Bach è Giga, è Ciaccona, Bouree, è Aria e Badinerie, è semplicemente op. BWV e ovviamente non c’è Andante, non c’è Largo o Scherzo. Non è suggerita una chiave di lettura, non c’è stato d’animo più o meno adatto, non c’è messaggio. C’è solo la sua musica incredibile, e l’effetto che fa immancabilmente sull’ascoltatore che la accoglie dentro di sé. Continua sul link a inizio articolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...