David Bowie last performance

Commovente…

Annunci

Keith Jarrett NAPOLI – 21/05/2015 ( il pianoforte come prolungamento dell’anima)

di Pier Luigi Fuggetta su
pagina della musica

Tutto esaurito e trionfo annunciato al Teatro San Carlo di Napoli, lunedì 18 maggio, per l’unica data italiana di Keith Jarrett in un concerto per piano solo. L’artista ha festeggiato da poco il suo settantesimo compleanno (l’8 maggio). Per l’occasione, la Ecm Records ha pubblicato due suoi nuovi dischi: uno di jazz intitolato “Creation” e l’altro, di classica, con musiche di Barber, Bartók e dello stesso Jarrett.

Il concerto di Napoli è stato di due set di circa un ora l’uno, in cui quell’omino gracile ma dalla potenza spirituale immensa ha alternato brani intimisti e lirici con pezzi dalla cadenza free jazz, virando verso il blues e una fuga di Bach.

Rientrato dopo la pausa del primo set, chiede al pubblico “non fotografatemi, fatemelo come regalo di compleanno”. Dopo il terzo brano (dolcissimo) improvvisamente va via. Il pubblico è perplesso, sul palco arriva il suo manager a tranquillizzare tutti: “è andato in bagno”, precisa. Torna Jarrett ed esegue altri quattro brani. A questo punto il concerto è ufficialmente finito. Dopo scroscianti applausi, Jarrett torna sul palco e concede ben quattro bis.

Il pubblico in visibilio, rispettoso delle raccomandazioni del pianista di Allentown, dopo 2 ore e 20 di pura improvvisazione, lascia così il teatro, appagato e felice. Ancora una volta, Keith Jarrett è riuscito nel “miracolo” di descrivere, coi suoni usciti dal suo Steinway 440 gran coda, “un arcobaleno dopo il temporale”, “la fine di un amore” e “il sorriso di un bambino”, dipingendo con una tavolozza di colori, con i suoi silenzi e le sue pause, il ritmo pulsante dell’universo.

Tecnica eccezionale, fraseggio e armonia da gran maestro.
È jazz? È classica? No: è Keith Jarrett.

Creation, il lato oscuro e straordinario di keith Jarrett

da allaboutjazz

 “Con Creation, tuttavia, Jarrett evita tutti i costrutti prevedibili con una scelta  che è in gran parte oscura, pensierosa, l’antitesi assoluta del virtuosismo conclamato …”

With Creation, however, Jarrett eschews all such predictable constructs with a program that’s largely dark and brooding, heavily based on chordal constructs and sparse melodies, and the absolute antithesis of overt virtuosity…even though only a pianist with the kind of exceptional mastery of his instrument as Jarrett could create a suite such as this—a suite, impeccably mastered, where the dynamics range from the softest pianissimo to the most dramatic fortissimo. There are brief moments where Jarrett lets his virtuosity shines through, such as the beginning of “Part V,” but it’s only for a brief moment as the pianist settles into one of the album’s most poignant, lyrical passages. …

allaboutjazz

Exclusive Premiere: Trip-Hop Duo Zero 7 Returns to Their Roots With ‘EP3’

British trip-hop duo Zero 7 is back with an EP that recalls their early, pre-major label days. Featuring appearances from artists like Jose Gonzalez, Only Girl, and Danny Pratt (all of whom the group has worked with before), EP3 is most musically connected to 1999’s EP1 and 2000’s EP2.

go to Bilboard

Zero 7

Keith Jarrett (tracklist Creation an barber/Bartok)

“Creation” and “Samuel Barber/Béla Bartók” will be released on May 8, 2015, to mark Keith Jarrett’s 70th birthday. The covers and tracklists are now available on Amazon.

"Creation" cover

  1. Pt. I, Toronto – Roy Thomson Hall, June 25, 2014
  2. Pt. II, Tokyo – Kioi Hall, May 9, 2014
  3. Pt. III, Paris – Salle Pleyel, July 4, 2014
  4. Pt. IV, Rome – Auditorium Parco Della Musica, July 11, 2014
  5. Pt. V, Tokyo – Kioi Hall, May 9, 2014
  6. Pt. VI, Tokyo – Orchard Hall, May 6, 2014
  7. Pt. VII, Rome – Auditorium Parco Della Musica, July 11, 2014
  8. Pt. VIII, Rome – Auditorium Parco Della Musica, July 11, 2014
  9. Pt. IX, Tokyo – Orchard Hall, April 30, 2014

"Samuel Barber/Béla Bartók" cover

  1. Samuel Barber – Piano Concerto op. 38 – 1. Allegro Appassionato
  2. Samuel Barber – Piano Concerto op. 38 – 2. Canzone. Moderato
  3. Samuel Barber – Piano Concerto op. 38 – 3. Allegro Molto
  4. Béla Bartók – Piano Concerto No. 3 – 1. Allegretto
  5. Béla Bartók – Piano Concerto No. 3 – 2. Adagio Religioso
  6. Béla Bartók – Piano Concerto No. 3 – 3. Allegro Vivace
  7. Nothing But The Truth (Tokyo Encore / Live At Kan-I Hoken Hall, Tokyo / 1985)