“Living in the Material World” è un capolavoro (regia di Scorsese

“Living in the Material World” è un’opera mastodontica e ambiziosa, sin dalla durata, quasi quattro ore (è stata realizzata per la televisione americana, a cura della “solita” Hbo), ed è suddivisa in due parti ben distinte. La prima si sofferma maggiormente sugli esordi, e poi sul successo clamoroso dei Fab Four, sino alla loro separazione “amichevole” nel 1970. Quello che Scorsese è interessato a mostrare è il lato creativo e inafferrabile di Harrison.

da ondacinema

George Harrison: Living in the Material World

Perchè the wolf of wall street è imperdibile (amorale permettendo)

1) perchè  jonah hill vincerà l’oscar

File:Jonah Hill by Gage Skidmore 2.jpg

2) perchè margot robbie è bellissima

3) perchè spike jonze e rob reiner nella parte di attori sono fenomenali

4) perchè di caprio è assolutamente da oscar

5) perchè è il film più svaccato e delirante dell’anno

6) perchè Scorsese pensa al cinema come una grande giostra

7) perchè tra orge, sniffate e amoralità, ti chiedi come sia possibile rendere il tutto “digeribile”

8) perchè a confronto American Hustle e’ un b-movie

9) perchè è grande cinema

10) perchè forse scorsese è il più grande regista vivente

Tre ore di orge e droghe: il nuovo Scorsese….

Silvia Bizio per “La Repubblica

CINEMACON 2012: MARTIN SCORSESE

 

Tre ore di orge, droghe e ogni dissolutezza nella vita di un personaggio che Leonardo di Caprio definisce un moderno Caligola in The wolf of Wall Street, il nuovo film di Martin Scorsese che segue l’ascesa, la ricchezza e gli eccessi di Jordan Belfort, uno dei broker di maggior successo di Wall Street alla fine degli anni 80 grazie a vendite fraudolente di azioni spazzatura e ad ogni disprezzo per la legge. Il film, in lizza per la candidatura a miglior commedia dell’anno da parte della Hollywood Foreign Press, mette Martin Scorsese, 71 anni, in piena corsa all’Oscar. Esce negli Usa il giorno di Natale e il prossimo gennaio in Italia